Gaia Clotilde Chernetich

 

 

 

 

Nata nel 1985, ha iniziato a lavorare come danzatrice presso il Teatro dell’Opera di Genova nel 1999. In seguito ha danzato professionalmente fino al 2010, anno in cui ha deciso di dedicarsi completamente alla ricerca.
Trasferita a Parigi nel 2006, nel 2009 si è laureata in Comunicazione Interculturale e Multimediale all’Università di Pavia con una tesi in semiotica delle arti. Nel 2009 è entrata all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales dove ha frequentato il master de rechercheThéories et pratiques du langage et des arts” portando avanti una ricerca sugli usi della biografia e dell’autobiografia nel romanzo “Il dono” di Vladimir Nabokov. In occasione del convegno “La narratologie et les nouvelles dimensions sociales du récit” (CRAL/CNRS-EHESS) presenta una comunicazione sul ruolo dell’autobiografia nell’opera di Pina Bausch e da quel momento decide di intraprendere un percorso di ricerca attinente alla danza. Nel 2011 entra al master de recherche in Studi Teatrali presso La Sorbonne Nouvelle / Ecole Normale Supérieure di Parigi dove prepara una tesi sul rapporto tra danza e scrittura (Danse et écriture.
Une analyse du parcours de l’écriture pour la danse: de la pensée philosophique à la critique à travers la littérature).
Dopo il rientro in Italia, nel 2013 ha vinto un dottorato di ricerca con borsa di studio presso l’Università di Parma, dove conduce una ricerca in cotutela con l’Université de Nice Sophia Antipolis (CTEL). La sua ricerca, diretta da Marina Nordera e Roberta Gandolfi, verte sulle modalità di trasmissione delle conoscenze e del repertorio nell’ambito della danza contemporanea. In particolare si sta occupando del caso del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch.
A Parma, tiene da due anni un ciclo di lezioni di storia della danza contemporanea all’interno del corso di storia del teatro contemporaneo.
Nel 2013 e nel 2014 ha partecipato alla piattaforma IMPACT del centro coreografico Pact Zollverein di Essen (Germania). Nel 2014 ha partecipato al progetto europeo su danza e scrittura DanSce Dialogues 2.
Come giornalista di danza collabora con il quotidiano Teatro e Critica (www.teatroecritica.net) e fa parte del progetto Springback Academy del network Aerowaves Europe.
Come dottoranda collabora al progetto di ricerca Obvil (Paris Sorbonne) ed è membro dell’aCD.


SAGGI IN MONOGRAFIE

“La danza contemporanea tra memoria e trasmissione. Uno studio sul Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch”, Consulta Universitaria del Teatro (cur.), Thinking the Theatre. New Theatrology and Performance Studies, Torino, in corso di pubblicazione.

“L’incontro tra danza e gusto: la melanconia dell’effimero nel teatrodanza di Pina Bausch”, in Maddalena Mazzocut-Mis, Rita Messori, Mariagabriella Cambiaghi, Francesca Zanella (cur.), Gusto e disgusto nell’estetica e nelle arti, Milano-Parma, in corso di pubblicazione.


ARTICOLI IN PERIODICI

“Tra l’esporre e l’esporsi: dalla rappresentazione alla performance, nuovi approcci alla nozione contemporanea di esposizione. Appunti dal simposio internazionale IMPACT14 “On Exposure” con Dorothea von Hantelmann, Jonathan Bepler e Kate Macintosh”, Ricerche di S/Confine, n. VI, n. 1, 2015, p. 251-266.



RECENSIONI

“Antonio Latella. Il servitore di due padroni”, Arabeschi, n. 4, 2014, p. 174-176.


TRADUZIONI

(dal francese e inglese) Stocchi, Francesco (cur.), Conversazione tra Davide Balula, Giorgio Griffa, Marco Scotini e Francesco Stocchi, in “imaginarii”, Fondazione Carriero, Milano, 2015.


CONFERENZE, SEMINARI (non pubblicati)


Dialogo-intervista a Beatrice Libonati, Memoria e presente del Teatro: dialoghi al Piccolo di Milano, Consulta Universitaria del Teatro - Piccolo Teatro di Milano, Milano, ott. 2015.

 

“La danza contemporanea e le arti visive”, Festival [Te]Che, Finale Ligure (SV), ago. 2015.

Serata dedicata a Pina Bausch, II Rassegna Video in danza a Villa Bombrini - Suoni, Parole, Ritmi del Mondo, Genova, 3 apr. 2014.


“L’usage du récit biographique et autobiographique dans l’oeuvre de Pina Bausch”, in La narratologie et les nouvelles dimensions sociales du récit, CRAL-EHESS, Parigi, feb. 2010.


PRESENTAZIONI DI LIBRI E SPETTACOLI

libri:
Bencivelli, Silvia, Cosa intendi per domenica?, Liberaria Edizioni, libreria Falso Demetrio, Genova, 2013.

spettacoli:
D’Anna, Giulio, Fattoria Vittadini, OOOOOOO (IT), Teatro al Parco, Parma, 2015.

Preljocaj, Angelin, Biancaneve, canale streaming della Fondazione Teatro Carlo Felice, Genova, 2014.

Pennini, Francesca, Collettivo Cinetico, < age > , Teatro al Parco, Parma, 2014.

 

 


GAIA CLOTILDE CHERNETICH
gaiaclotilde@gmail.com