Libri con Airdanza - Marius Petipa, Diari 1903-1907

Letture a cura dell’Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza
Museo di Arte contemporanea MACRO- ASILO, via Nizza 138, Roma
SALA LETTURA

Venerdì 14 giugno 2019, alle ore 17.00, quinto appuntamento dell’iniziativa LIBRI CON AIRDANZA con la presentazione del volume Marius Petipa, Diari 1903-1907, traduzione e cura di Valentina Bonelli, DNZ Media, Milano 2018. Interviene Vito Lentini (critico di danza e balletto per Sipario)

«Le ballet c’est moi» avrebbe potuto affermare il francese Marius Petipa (1818-1910), zar del balletto imperiale russo. Ma dopo sessant’anni al servizio dei Teatri Imperiali di San Pietroburgo da maître de ballet incontrastato e autore dell’intero repertorio, l’ottuagenario maestro ne venne bruscamente allontanato. Vani i tentativi di restare legato alla scena cui aveva dedicato l’intera vita, prima di soccombere agli sgarbi e all’oblio del nuovo direttore, l’ex colonnello Vladimir Teljakovskij che gli aveva dichiarato guerra. Il rimpianto per la professione perduta, la depressione che ne seguì, la malattia da cui era tormentato, segnarono gli ultimi, tristi anni di Petipa. Tra il 1903 e il 1907 le sue giornate sono scrupolosamente annotate in forma di diario su alcuni taccuini conservati all’Archivio RGALI di Mosca. Inediti in Italia, i Diari di Marius Petipa svelano i retroscena dell’epoca d’oro del balletto russo, raccontando la vita privata del suo sommo protagonista. 

Valentina Bonelli, critico e storico di balletto, ha tradotto e curato le Memorie di Marius Petipa (Gremese 2010) e ha scritto “Le ballerine italiane a San Pietroburgo” in La danza italiana in Europa nell’Ottocento (Aracne 2013). Ha pubblicato il libro per l’infanzia Ballerina (Red 2010). Come giornalista collabora con le riviste “Danza&Danza”, “Amadeus”, “Vogue Italia”, ed è corrispondente di testate di balletto straniere. Firma saggi per i principali teatri italiani. 
 

 

 
Non definito