Francesca Magnini

Romana, classe 1983. Dopo una breve carriera sportiva agonistica nella ginnastica artistica e musicale nel Coro polifonico della Scuola Popolare di Musica di Testaccio diretto dal M° Amedeo Scutiero, è ammessa a frequentare i corsi professionali di formazione in danza classica e contemporanea presso il Balletto di Roma, diretto da Franca Bartolomei e Walter Zappolini, dove si diploma nel 2004. Alla formazione di danzatrice ha sempre affiancato una forte passione per gli studi umanistici, conclusi al Liceo classico Virgilio di Roma, poi proseguiti alla Facoltà di Scienze Umanistiche de “La Sapienza”, Università di Roma.
 
Laureata con lode in Arti e Scienze dello Spettacolo (2006) con una tesi in Storia della Danza e del Mimo intitolata “Percorsi di ricerca della scena contemporanea: Kinkaleri” e in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Teatrale, Cinematografico e Digitale (2009), con una tesi Magistrale in Storia del Teatro e dello Spettacolo intitolata “Pantalone nella Drammaturgia romana del Seicento”, nel 2013 consegue un Dottorato in Tecnologie digitali e Metodologie di Ricerca per lo Spettacolo presso il Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo dell’Università di Roma “La Sapienza” con una tesi intitolata “Danza e repertorio. Tradizione e trasmissione nella coreografia contemporanea”. Presso il medesimo Dipartimento ha collaborato anche all’attività didattica delle cattedre di Storia della Danza e del Mimo, Storia del Teatro e dello Spettacolo, Teoria e Pedagogia dell’Attore, Teorie e Tecniche dell’Attore del Prof. Roberto Ciancarelli. Il suo progetto di ricerca dottorale – nato da una stretta e feconda collaborazione con l’International Choreographic Arts Centre (ICK) di Amsterdam, diretto dal coreografo brindisino Emio Greco e dal regista olandese Pieter C. Scholten – ha indagato a fondo i meccanismi di produzione, incorporazione e transfer del repertorio nella coreografia contemporanea. Questo studio è confluito nella pubblicazione di un volume interamente in lingua inglese, con prefazione di Ada d’Adamo, intitolato: “Inspiration Emio Greco | Pieter C. Scholten. The Multiplicity of Dance” (Artegrafica, Roma, 2015).
 
Membro di AIRDanza dal 2012 e della CUT (Consulta Universitaria del Teatro) dal 2017, ha preso parte come membro del comitato organizzativo a convegni di studi internazionali tra cui "Immaginare la danza. Corpi e visioni nell'era digitale" (La Sapienza, Roma, 3-4 dicembre 2015), “Scritture di danza. Cinque ricerche in Italia, oggi”, (La Sapienza, Roma 15 maggio 2018), “Corpo rituale e corpo tecnologico: quali relazioni possibili?”, (Inside Out Contemporary Dance, Balletto di Roma, 6 dicembre 2018) e molti altri. Ha collaborato alla realizzazione di eventi a contatto con coreografi internazionali tra cui Susanne Linke, nel corso della giornata di studi “Affetti ed effetti nel Tanztheater”, a cura di Vito di Bernardi, in collaborazione con Festival Equilibrio 2017 (La Sapienza, Roma, 22 Febbraio 2017). Ha firmato pubblicazioni su importanti riviste scientifiche di settore; numerosi anche i suoi contributi in rete per riviste e blog come Exibart, Biennale Danza, Teatro e Critica, Alfabeta2, Artribune, oltre agli interventi a convegni e tavole rotonde nel settore di ricerca per la danza e le arti performative.
 
Come danzatrice, dal 2007 al 2010 lavora nella compagnia Metis diretta da Gloria Pomardi, nell’ambito del progetto di danza contemporanea e movimento scenico “La Sapienza… Danza”, ideato da Marta de Ioanna, con cui porta in scena diversi spettacoli tra cui “Carpe Diem: Danzando sui versi di Orazio e di Rafael  Alberti” (Teatro Palladium, Roma), “Filastrocche in cielo e in terra” (Teatro del Sogno, Roma), “Magnificat” (Treia, Macerata), “Cinque minuti per la Birmania” e “Such sweet tender” (con l’Orchestra jazz del progetto MuSa Sapienza). Con Metis realizza anche “Il pavone danzante” (Italia, 2007, 16’) cortometraggio con la regia Marco  Mattolini, proiettato in anteprima al Roma Film Festival 2007. 

Francesca è inoltre docente certificata (3° livello) della tecnica Floor-Barre® | Zena Rommett Floor-Barre Foundation (NY), che insegna in Italia e all’estero.

 
Nell’anno 2016/2017 collabora con Balletto di Roma con un ruolo di supporto ai processi culturali e di comunicazione legati all’attività della Scuola diretta da Paola Jorio, del Corso professionale di Contemporaneo e della Compagnia, sotto la direzione artistica di Roberto Casarotto.
 
Per il triennio 2018/2020 è nominata Direttore Artistico del Balletto di Roma.

In rappresentanza di BDR è Curatore Artistico del progetto di cooperazione CLASH! When classic and contemporary dance collide and new forms emerge (2018-2020), approvato e cofinanziato da Europa Creativa e del progetto di partenariato strategico UP2DANCE | Updating professional profiles towards contemporary dance (2019-2021) finanziato da Erasmus+. Cura anche sei edizioni (dal 2017 al 2022) di Inside Out Contemporary Dance, progetto sostenuto da Roma Capitale Ass.to alla Crescita Culturale e in collaborazione con SIAE. Dal 2018 al 2021 è Docente a contratto di Archivi e Musei Digitali per lo Spettacolo dal vivo alla Laurea Magistrale (LM-65) del Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni e Spettacolo della Sapienza, Università di Roma. Per l’anno accademico 2021/2022 è Docente di Organizzazione e produzione dello spettacolo presso lo stesso Dipartimento.

 

MONOGRAFIE

Inspiration Emio Greco | Pieter C. Scholten. The Multiplicity of Dance, Roma, Artegrafica, 2015.


SAGGI IN MONOGRAFIE

“Nuove prospettive del Balletto di Roma tra tradizione e innovazione”, in Cervellati, Elena e Taddeo, Giulia (cur.), La danza in Italia nel Novecento e oltre: teorie, pratiche, identità, ed. Ephemeria, Macerata 2020, pp. 270-275.

“Pre-Choreographic Elements: alla sorgente delle energie corporee e dei materiali di movimento”in Di Bernardi, Vito e Monda, Letizia Gioia (cur.), atti del convegno internazionale Immaginare la danza. Corpi e visioni nell’era digitale, Sapienza Università di Roma, 3-4 dicembre 2015, Roma, ed. Piretti, Bologna 2018, pp. 131-142.


VOCI IN ENCICLOPEDIE

Con DeLahunta, Scott e Bermùdez, Bertha, voce “Emio Greco | Pieter C. Scholten”, in Butterworth, Jo e Sanders, Lorna (cur.), Fifty Contemporay Choreographers, London, Routledge 2021, pp. 108-116.


ARTICOLI IN PERIODICI

“Il corpo come laboratorio alchemico. Aporie del contemporaneo tra fisso e volatile”, in Di Bernardi, Vito (cur.), L’opera coreografica e i suoi processi creativi, Biblioteca Teatrale, vol. 134, 2020, pp. 183-207. 

Voce “Kinkaleri”, in nuovoteatromadeinitaly.sciami.com, Focus (I CenciWestEveryone Gets Lighter | All!) allegati al n. 3, 2018.

“Seigradi: dancing in a real-virtual environment. Affects and Movement in Santasangre’s work”, Danza e Ricerca. Laboratorio di studi, scritture, visioni, anno IV, n. 5, 2014, pp. 31-53.

“Sistemi di trasmissione delle conoscenze nella danza contemporanea: la relazione coreografo-danzatore. Con una nota di Roberto Ciancarelli”, Teatro e Storia, n.s. 34, 2013, pp. 325-358.

 “Trame di tecniche e stili nelle tradizioni della danza contemporanea. Note su studi e ricerche”, Danza e Ricerca. Laboratorio di studi, scritture, visioni, anno IV, n. 3, 2012, pp. 1-34.

“Inside Movement Knowledge – LAB#4. Un laboratorio di ricerca per la registrazione e la trasmissione della coreografia contemporanea”, Biblioteca Teatrale, nn. 91-92, 2009, pp. 327-342.


DOCUMENTI IN RETE

Il corpo e l’identità secondo Sidi Larbi e Akram Khan,

http://www.artribune.com/arti-performative/teatro-danza/2017/11/corpo-id..., 12 nov. 2017

Geometrie che danzano il corpo sociale,

https://www.alfabeta2.it/2017/06/02/geometrie-danzano-corpo-sociale/, 2 giu. 2017

Giselle, una “macchina teatrale perfetta”,

http://www.ballettodiroma.com/it/news/giselle-macchina-teatrale-perfetta/, 12 lug. 2016.

Spandere Calore. Trent’anni di danza di Enzo Cosimi, http://www.teatroecritica.net/2013/02/spandere-calore-trentanni-di-danza-di-enzo-cosimi/, 18 feb. 2013.

La danza contemporanea secondo Romaeuropa Festival 2011,

http://www.exibart.com/notizia.asp?IDNotizia=36160&IDCategoria=46, 23 ott. 2011.

L’immagine del presente, tra reale e virtuale. Santasangre incontra Antonio Audino,

http://novocritico.blogspot.com/search/label/santasangre, 22 ott. 2010.

Il respiro imminente,
http://www.labiennalechannel.org/locator.cfm?PageID=1154, 30 mag. 2010.


RECENSIONI

Dupuy, D., Danzare Oltre. Scritti per la danza, a cura di E. Casini Ropa e C. Negro, Macerata, Ephemeria, 2011, in L’Indice dei libri del mese, a. XXIX, n. 5, mag. 2012, p. 33.


PROGRAMMI DI SALA

“Première”, coreografia Andrea Costanzo Martini, Teatro Rossini, Civitanova Marche, 23 lug. 2022.

“Astor. Un secolo di tango”, coreografia Valerio Longo, Teatro Rossini, Civitanova Marche, 29 lug. 2021.

“Il Piccolo Re dei fiori”, coreografia Valerio Longo, in co-produzione con Teatro Gioco Vita, Teatro dei Filodrammatici, Piacenza, 14 feb. 2021.

“L’Albero dei Sogni”, coreografia Valerio Longo, Teatro Farnese, Parma, 15 set. 2019

“HU_robot”, coreografia Ariella Vidach e Claudio Prati, Balletto di Roma in co-produzione con AiEP, LAC, Lugano, 2 nov. 2018.

“Io, Don Chisciotte”, coreografia e regia Fabrizio Monteverde, Teatro Rossini, Civitanova Marche, 20 lug. 2019.

“Sogno, una notte di mezza estate”, coreografia Davide Valrosso, Balletto di Roma in co-produzione con il Festival Oriente Occidente, Teatro alla Cartiera, Rovereto, 31 ago. 2018.

“Arcaico. Azioni coreografiche per cinque danzatori, pianoforte, percussioni e canto”, coreografie Davide Bombana, musiche Katia Pesti, voce Gabin Dabirè, Balletto di Roma in co-produzione con Fabbrica Europa, Stazione Leopolda, Firenze, 8 mag. 2018.

“Un nuovo Schiaccianoci per il Balletto di Roma, a firma di Massimiliano Volpini”, Lo Schiaccianoci, Teatro Carcano, Milano, 30 dic. 2017 – 2 gen. 2018.

“Un caffè con Enzo Cosimi”, intervista a E. Cosimi intorno a La Stanza del Principe, Istantanee Performing Festival, Kollatino Underground, Roma, 18 mag. 2011.


CONFERENZE, SEMINARI (non pubblicati)

“Descrivere, narrare, illustrare vs percepire, abitare, riadattare: note per una trasmissione della danza ‘a fior di pelle’”, Trasmettere la danza. Sguardi, ascolti, pratiche, visioni, Bologna, 2 Nov. 2019.

"Dancing as a technological activity and production as 'morphing' system", primo laboratorio del progetto europeo CLASH! When classic and contemporary dance collide and new forms emerge, Sapienza Università di Roma, 20 Feb. 2019

Con Vito di Bernardi, Luca Ruzza, Corpo rituale e corpo tecnologico: quali relazioni possibili?, Inside Out Contemporary Dance, Balletto di Roma, 6 Dic. 2018.

Con Annamaria Corea, Letizia Gioia Monda, Stefania Onesti e Giulia Taddeo, Scritture di danza. Cinque ricerche in Italia, oggi, Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo, Roma, 15 Mag. 2018.

“Réflexions et hypothèses vers une nouvelle idée d’espace, de temps et de répertoire dans la danse contemporaine”, Atelier des doctorants en danse, Cycle «Corps et danse», Le corps sur la scène et hors la scène, Université de Nice Sophia Antipolis, Nizza, 24 Giu. 2013.

“Re:Mickery shift. Roundtable on Mickery Archives”, Camillo 2.0: Technology, Memory, Experience, Performance Studies international #17, Utrecht, 28 Mag. 2011.

“From Choreographic Objects to Afterlife of IMK”, Inside Movement Knowledge LAB#4, Amsterdam, 17 Apr. 2010.


FRANCESCA MAGNINI
Via Valla 48 – 00152 ROMA
francesca.magnini@uniroma1.it
francesca.magnini@ballettodiroma.com