Natalia Gozzano

Ha studiato Storia dell’arte all’Università La Sapienza di Roma (Laurea, Specializzazione e Post-Dottorato), all’Università di Pisa (Dottorato di ricerca), e in Belgio con una borsa di studio della comunità europea. È stata professore a contratto di Storia dell’arte moderna all’Università di Chieti. Dal 2002 è docente di Storia dell’arte all’Accademia Nazionale di Danza.

Ha svolto ricerche sulla cultura artistica di frontiera fra Italia e nord Europa nel Rinascimento; in seguito ha approfondito i temi della cultura del collezionismo e del mercato dell’arte a Roma nel XVII secolo, con un taglio prevalentemente di storia sociale ed economica pubblicando due monografie su tali argomenti: La quadreria di Lorenzo Onofrio Colonna. Prestigio nobiliare e collezionismo nella Roma barocca (Bulzoni, Roma 2004) e “Lo specchio della corte”Il maestro di casa. Gentiluomini al servizio del collezionismo a Roma nel Seicento (Roma, Campisano Editore 2015). Ha inoltre studiato la vita economica del pittore Claude Lorrain; le maschere della Commedia dell’arte nella pittura di Salvator Rosa; le committenze artistiche della famiglia Colonna nell’ambito della cultura teatrale romana del ’600.

Ha preso parte a un progetto di ricerca internazionale sul mercato dell’arte, diretto dall’Università di Lille-3 e dalla Duke University.

Ha partecipato a numerosi convegni, ha svolto seminari e preso parte a workshops  in Italia e all’estero (Belgio, Gran Bretagna, Argentina, Stati Uniti, Francia).

Negli ultimi anni ha avviato ha avviato una ricerca sulle relazioni fra arti visive e danza, con particolare attenzione all’aspetto neuroscientifico e all’elaborazione di una metodologia di insegnamento della storia dell’arte in ambito coreico.

Su questo tema ha pubblicato diversi articoli e realizzato recensioni e interviste a danzatorii e coreografi.

È stata invitata dall’Università Pompeu Fabra di Barcellona a tenere una lezione dal titolo Mirror Neurons, Visual Arts and Dance, nel corso “Neuroscience for Humanities”, all’interno del “Hispanic and European Study Program”.

Nell’agosto 2015 ha preso parte al Workshop The Performer’s Cognition. Neuroscienze, teatro, danza, musica, circo, organizzato dalla Fabrique Autonome des Acteurs (Bataville, 26-29 agosto), con un seminario dal titolo Pratiche dell’arte.

Ha svolto un periodo di ricerca con una borsa di studio Erasmus presso il Derra de Moroda Dance Archives di Salisburgo.

A maggio 2018 ha preso parte alla giornata di studi “La dinamica della plasticità tra Scienza e Cultura”, nell’ambito del Gruppo Sperimentale Didattica Interdisciplinare, Macroarea di Lettere e Filosofia, Università di Tor Vergata, Roma.

Il suo volume Lo specchio della corte il maestro di casa. Gentiluomini al servizio del collezionismo a Roma nel Seicento, è stato recensito da:

Marcel Roethlisberger in Storia dell’arte, n.s., n. 141, 2015, p. 145; Anna Orlando in Il Giornale dell’arte, luglio-agosto 2015; Flavia Matitti in Exibart.com, 8 febbraio 2016; Loredana Lorizzo in Bollettino d’arte, n. 30, 2017, p. 121-124; Peter Mason in Journal of History of Collections, vol. 29, n. 3, 2017, p. 523–524; Francesco Lofano, in Il giornale di Kinetès  (in corso di pubblicazione).

Dal 2016 è Membro del Comitato scientifico del progetto dell’European Research Council ‘PERFORMART’ (Music, theatre and dance in the palaces of the Roman aristocracy in the 17th and 18th centuries).


MONOGRAFIE

“Lo specchio della corte”: il maestro di casa. Gentiluomini al servizio del collezionismo a Roma nel Seicento, Roma, Campisano ed., 2014 (collana “Saggi di storia dell’arte”). 

La quadreria di Lorenzo Onofrio Colonna. Prestigio nobiliare e collezionismo nella Roma barocca, Roma, Bulzoni, 2004 (collana “Europa delle corti”, n. 111).


CURATELE

(con Patrizia Tosini) La cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi, Roma, Gangemi, 2005.


SAGGI IN MONOGRAFIE (selezione)

Charlatans and Commedia dell’arte in Urban Roman Landscape Paintings in the 17th century, in Landscape(S), Then And Now : Forms & Definitions. Paysage(S) / Depaysage(S),

Research Center C.R.I.S.E.S. (Paul-Valéry Montpellier 3 University, France), Françoise Pellicer and Frank Claustrat eds. (in corso di pubblicazione)

The Maestro di casa and the role played in the Art Market  by the professionals of the Roman Court, in Kunstmärkte Zwischen Stadt und Hof. Prozesse der Presibildung in der europäischen Vormoderne, a cura di A. Tacke, Michael Imhof Verlag, Petersberg, 2017

Il mecenatismo artistico dei Colonna nel XVII secolo tra pittura, teatro e lettere, in La fortuna di Roma. Italienische Kantaten und Römische Aristokratie um 1700. Cantate italiane e aristocrazia romana intorno al 1700, a cura di Berthold Over; M.A.R.S. - Musik und Aristokratie im Rom des Sei-/Settecento / Musica e aristocrazia nella Roma del Sei/Settecento 3, a cura di Laurenz Lütteken und Klaus Pietschmann, Merseburger, Berlin 2016, pp. 15-29, 2016.

“«Bacchette, scopette, tenaglie, & chiodi…». Il Guardaroba nella struttura organizzativa del palazzo e delle sue collezioni d’arte”, in A. Rodolfo e C. Volpi (cur.), Vestire i palazzi. Stoffe, tessuti e parati negli arredi e nell’arte del Barocco, Città del Vaticano, Edizioni del Vaticano, 2014, pp. 65-82. 

“Salvator Rosa, i Colonna e la Commedia dell’arte: il mondo del teatro dipinto e recitato nella Roma del Seicento. Con una nota sui conti bancari del pittore”, in H. Langdon e C. Volpi (cur.), Salvator Rosa (1615-1673) e il suo tempo, atti del convegno internazionale, Roma, Campisano ed., 2010, pp. 103-122. 

“From Flanders to Sicily. The Network of Flemish Dealers in Italy and the International (Art) Market”, in N. De Marchi e S. Roux (cur.), Moving Pictures. Intra-European Trade in Images, 16th-18th Centuries, Turnhout, Brepols, 2014. 

“Il mecenatismo artistico dei Colonna nel XVII secolo tra pittura, teatro e lettere”, in La fortuna di Roma. Italienische Kantaten und Römische Aristokratie um 1700Cantate italiane e aristocrazia romana intorno al 1700, a cura di Berthold Over; M.A.R.S. - Musik und Aristokratie im Rom des Sei-Settecento / Musica e aristocrazia nella Roma del Sei-Settecento 3, a cura di Laurenz Lütteken und Klaus Pietschmann, Merseburger, Berlin 2016, pp. 15-29.

“L’insegnamento della Storia dell’arte all’Accademia Nazionale di Danza”, in C. Volpi (cur.), I mestieri dell’arte, Roma, Electa, 2007, pp. 149-151.


ARTICOLI IN PERIODICI (selezione)

Giotto e la Commedia Nuova. Un modello iconografico antico per la ‘Rinuncia ai beni’ di Assisi, in Storia dell’arte, n. 143/145 (n.s. 43/45), 2016 [2017], pp. 27-44.

“Le arti visive e la danza: testimonianze dagli archivi delle danzatrici Jia Ruskaja (1903-1970) e Friderica Derra de Moroda (1897-1978)”in Rassegna degli Archivi di Stato, n.s. X/1-2-3-, pp. 235-246, 2015.

“How Art History Can Improve Dance Education. A Kinesic Approach”, in Conversations across the Field of Dance Studies, Visual Culture and Dance. An Academic Discipline, Society of Dance History Scholars, vol. XXXII, 2012, pp. 26-29. 


“La vita economica di Claude Lorrain. Conti bancari, investimenti in luoghi di monte e pagamenti inediti”, in Studiolo, n. 5, 2007, pp. 149-172. 

“Il principe e i libertini. La biblioteca di Lorenzo Onofrio Colonna”, in Aprosiana, n.s., aa. XI-XII, 2005, pp. 111-126. 

“La pratica del collezionare: i trattati seicenteschi sui Maestri di Casa”, in Schifanoia, n. 24-25, 2003, pp. 275-285. 
 


DOCUMENTI IN RETE (selezione)

Tino Sehgal alle Officine Grandi Riparazioni di Torino. Dalla produzione alla condivisione dell’esperienza artistica,< http://www.unclosed.eu >, a. V, n. 18, 20/4/2018

Marc Mounier-Kuhn. Il corpo nello spazio estetico e nello spazio sociale,  <http://www.unclosed.eu>, a. IV, n. 15, 20/7/2017

Vedere con il corpo. Spunti sull’apporto del neurocognitivismo all’insegnamento della Storia dell’arte nell’Accademia nazionale di danza, in «Recherches en danse», n° 5 Ramifications. Méthodologies dans les études en danse, < http://danse.revues.org >/1374 ; DOI : 10.4000/danse.1374, 2016

Muybridge Recall. Richiamare il movimento,< http://www.unclosed.eu >, a. III, n. 12, 20/10/2016

The Fact of Matter. Choreographic objects by William Forsythe at the Museum für Modern Kunst in FrankfurtPart II, < http://www.unclosed.eu >, a. III, n. 11, 20/7/2016

The Fact of Matter. Oggetti coreografici di William Forsythe al Museum für Modern Kunst di Francoforte. Un incontro fra coreografia e arti visive,< http://www.unclosed.eu >, n. 10, a. III, 20/04/2016

Music and Dance. Sound and Motion in Contemporary Discourse and Practice. Un convegno alla Fondazione Giorgio Cini di Venezia attraversa le arti performative,< www.unclosed.eu >, n. 8, a. II, 20.10.2015

Rendere astratto il gesto narrativo e parlante il gesto astratto. Intervista a Enzo Cosimi, < www.unclosed.eu >, n. 2, a. I, 06.05.2015

Le parole (!?) per dirlo. Equilibrio. Il Festival della nuova danza all’Auditorium,< www.unclosed.eu >, n. 2, a. I, 06.05.2015

Dialogues between Visual Arts and Dance: an interview with Sidi Larbi Cherkaoui,< http://www.unclosed.eu >,  n. 2, a. I, 20.03.2014


Equilibrio. Il Festival della nuova danza all’Auditorium Parco della Musica di Roma, < http://www.unclosed.eu >,  n. 2, a. I, 20.03.2014.

Visual Arts and Dance. Gestures, Expressions, Images,< www.unclosed.eu >, n. 1, a. I, 20.12.2013.


RECENSIONI

Lorizzo, Loredana, Pellegrino Peri: il mercato dell’arte nella Roma barocca, in “Critica d’arte”, n. 43-44, 2010, pp. 155-156. 

Figure di collezionisti a Venezia tra Cinque e Seicento, a c. di L. Borean e S. Mason (Forum, Udine 2002), in “Aprosiana”, n.s., aa. XI-XII, 2005, pp. 178-181. 


CONFERENZE, PRESENTAZIONI, SEMINARI, RELAZIONI A CONVEGNI (non pubblicati) (selezione)

Charlatans and Commedia dell’arte in Urban Roman Landscape Paintings in the 17th century.

International Seminar of Multidisciplinary Research: Landscape(S), Then And Now : Forms & Definitions. Paysage(S) / Depaysage(S),

Research Center C.R.I.S.E.S. (Paul-Valéry Montpellier 3 University, France), Françoise Pellicer and Frank Claustrat eds.

Roma, Istituto Norvegese, 9-10 febbraio.

Presentazione del volume di Natalia Gozzano, Lo specchio della corte il maestro di casa. Gentiluomini al servizio del collezionismo a Roma nel Seicento, Roma, Campisano Editore, 2015: Roma, Pinacoteca Capitolina, 15 giu. 2015 - Genova, Palazzo Reale, 28 ott. 2015 - Torino, Palazzo Reale, 30 giu. 2016.

Organizzazione, curatela e presentazione di volumi per la manifestazione ‘Librindanza’ all’Accademia Nazionale di Danza, Roma, 2014, 2015, 2016, 2017.

Pratiche dell’arte, workshop “The Performer’s Cognition. Neuroscienze, teatro, danza, musica, circo”, organizzato dalla FabriqueAutonome des Acteurs, Bataville, 26-29 ago. 2015.

Mirror Neurons, Visual Arts and Dance, corso “Neuroscience for Humanities”, all’interno del “Hispanic and European Study Program”, Università Pompeu Fabra, Barcellona, 12 feb. 2015.

Tra il principe e l’artista. Il maestro di casa tra collezionismo, mercato e società nella Roma del Seicento, workshop “Teatro, musica e ballo negli archivi familiari romani (1650-1750). Contesti, protagonisti e pratiche”, a cura di A.M. Goulet e A. Morelli, Roma, Ecole Française, 28 nov. 2014.

Arti visive, danza e neuroni specchio. Una ricerca in progress, Colloque International «La recherche en danse entre France et Italie: approches, méthodes et objets». Convegno Internazionale “La ricerca sulla danza tra Francia e Italia: approcci, metodi e oggetti”, Association des Chercheurs en Danse (aCD), Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza (AIRDanza), Université de Nice SophiaAntipolis (UNS), Centre Transdisciplinaire d’Epistémologie de la Littérature et des Arts vivants (EA6307), Università di Torino-DAMS, Nice, 2-4 avr. 2014, Torino, 5-6 apr. 2014.

“La luce della Corte, & de’ Cortegiani …”. Il maestro di casa alter ego del principe nella Roma del Seicento, International Conference“Society and Culture in the Baroque Period”, ENBaCH, European Network for Baroque Heritage, Roma, Sapienza Università di Roma, 27-29 mar. 2014.

Danzando el arte: la comunicaciòn no verbal de las artes visuales y de la danza y las neuronas espejo, seminario al “Centro Educativo del Tango”, Buenos Aires, 18 Novembre - 12 dic. 2013.

Persistenza iconografica e potere comunicativo degli ‘schemata’ nelle arti figurative per la presentazione del volume di Maria Luisa Catoni La comunicazione non verbale nella Grecia antica (con Maria Luisa Catoni e Concetta Lo Iacono), nell’ambito di “Librindanza”, Roma, Teatro Ruskaja, Accademia Nazionale di Danza, 18 mag. 2013.


NATALIA GOZZANO
Via Pietro Cartoni, 11 - 00152 Roma
348 6407654 

natalia.gozzano@accademianazionaledanza.it