Letizia Gioia Monda

Letizia Gioia Monda è performer, coreografa e ricercatrice. Sotto la guida del Prof. Luciano Mariti, nel 2011 si laurea con lode in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Teatrale, Cinematografico e Digitale presso La Sapienza Università di Roma, discutendo una tesi sperimentale dal titolo "Viaggio in Europa: Alla Ricerca del Performer". Nel febbraio 2012, dopo aver vinto presso la stessa Università il concorso per accedere al Dottorato di ricerca in Tecnologie Digitali e Metodologie per la Ricerca sullo Spettacolo, si trasferisce  a Frankfurt am Main per portare avanti sul campo una ricerca pragmatica sulla Body Knowledge nella danza e nella coreografia attraverso il contesto Motion Bank, un progetto multidisciplinare del rinomato coreografo William Forsythe, diretto da Scott deLahunta, che ha provveduto dal 2012 al 2014 a creare uno spazio d’indagine all’interno della pratica coreutica. Consegue così nel 2014 il titolo di Dottore di Ricerca discutendo una tesi dal titolo: “La Comunità Motion Bank. La Body Knowledge nella danza e nella coreografia”. I suoi studi e le sue pubblicazioni interessano: il cambiamento neurofisiologico che subisce il corpo umano durante la formazione in una tecnica coreutica e successivamente nel training fisico; il contrappunto coreografico; la coreografia digitale; la connessione tra danza e tecnologie digitali; la coreografia come oggetto di confine. Oggi continua la sua collaborazione con la Comunità Motion Bank, ed è Regular Guest del Dance Engaging Science Workgroup (gruppo di ricerca interdisciplinare di Motion Bank). Proprio dall’esperienza con il Dance Engaging Science Workgroup dal 10 al 19 dicembre 2014 tiene a Roma con Riley Watts (performer della The Forsythe Company e ricercatore associato del Dance EngagingScience Workgroup di Motion Bank), un laboratorio intensivo teorico-pratico sul Metodo Forsythe (patrocinato da AIRDanza è stato organizzato in collaborazione con il Centro Teatro Ateneo e il Dipartimento di Storia dell’Arte e dello Spettacolo di  “Sapienza Università di Roma”) che ha voluto proporre un nuovo approccio alla danza basato su una ricerca interdisciplinare e pragmatica che vede la commistione tra dance studies e neuroscienze cognitive. Membro di AIRDanza (Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza) e della CUT (Consulta Universitaria del Teatro). Ha preso parte come membro del comitato organizzativo a convegni di studi internazionali quali: "Immaginare la danza. Corpi e visioni nell'era digitale", (La Sapienza, Roma, 3-4 dicembre 2015); "Danza e ballo a Napoli: un dialogo con l'Europa (1806-1861), (Napoli 9-11 dicembre 2017). Per il corso di dottorato in Musica e Spettacolo (indirizzo spettacolo) ha organizzato e curato con i Proff. Vito Di Bernardi e Aleksandrea Jovicevic la giornata di studi internazionale "Dancing Data. Digital Philosophy in Movement" (La Sapienza, Roma, 16 marzo 2017) alla quale sono intervenute personalità di spicco nel panorama internazionale di studi sulla danza. 
Nel corso degli ultimi anni ha partecipato come relatrice a diversi convegni internazionali, tra cui il PSi19, tenutosi presso la Stanford University nel giugno 2013.
Nel 2015 il DAMS dell’Università di Roma Tre le ha commissionato un progetto di ricerca coreografico nel contesto di “Laboratori in Scena”. Il processo creativo del laboratorio coreografico da lei guidato ha dato vita ad It is Metaphor: una performance coreografica dal vivo presentata il 23 maggio 2015 presso il Teatro Palladium di Roma.
Per l’anno accademico 2017/2018 è docente a contratto per l’insegnamento Coreografia digitale presso la Sapienza Università di Roma.
 

MONOGRAFIE
 
Choreographic bodies. L’esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsythe, Roma, Dino Audino Editore, 2016.
 
Viaggio in Europa alla Ricerca del Performer. Analisi, Fonti e Documenti di un Viaggio di Ricerca sul Lavoro d’Arte del Performer tra Germania, Spagna e Italia, Saarbrücken, Edizioni Accademiche Italiane, 2014.
 

CURATELE
 
Con Vito Di Bernardi, Immaginare la danza. Corpi e visioni nell’era digitale [atti del convegno Immaginare la danza. Corpi e visioni nell’era digitale, DSAS e AIRDanza, Roma, 4-5 dicembre 2015], Bologna, Massimiliano Piretti, 2018 (Studi di Danza, n. 2)  
 

SAGGI IN MONOGRAFIE
 
“Immaginando la danza”, in Monda, Letizia Gioia e Di Bernardi, Vito (cur.), Immaginare la danza. Corpi e visioni nell’era digitale, Bologna, Massimiliano Piretti, 2018, pp. 17-22.
 
“Il processo di digitalizzazione del pensiero coreografico. Analisi e lettura di “Using the Sky – An Exploration of Deborah Hay’s solo No Time to Fly” (Motion Bank Digital Dance Score)”, in Monda, Letizia Gioia e Di Bernardi, Vito (cur.), Immaginare la danza. Corpi e visioni nell’era digitale, Bologna, Massimiliano Piretti, 2018, pp. 143-158.
 

ARTICOLI IN PERIODICI 
 
“La body knowledge in Motion Bank. Il contrappunto coreografico tra sguardo e percezione”, Recherches en danse [En ligne], 5 | 2016, mis en ligne le 15 décembre 2016, consulté le 07 février 2017. URL : http://danse.revues.org/1356; DOI : 10.4000/danse.1356
 
“Lo Score: Un Algoritmo per Investigare la Body Knowledge”, in Dossier La danza nei dottorati di ricerca italiani: metodologie, saperi, storie. Giornate di studio, in “Danza e Ricerca. Laboratorio di studi, scritture e visioni”, anno VII, numero 6, Marzo 2015 (http://danzaericerca.unibo.it/article/view/4987).

DOCUMENTI IN RETE
 
Per una nuova letteratura della danza secondo William Forsythe. Volume 2: un approccio pragmatico alla ricerca: danza, scienza e neuroscienza, <http://www.campadidanza.it/plie-di-pagina-_-per-una-nuova-letteratura-della-danza-s novembre econdo-william-forsythe-2.html>, 16 novembre 2016.
 
Per una nuova letteratura della danza secondo William Forsythe. Volume 1: Accenni di storia, <http://www.campadidanza.it/plie-di-pagina-_-per-una-nuova-letteratura-della-danza-secondo-william-forsythe-1.html>, 9 novembre 2016.
 
Immaginare la danza,
 
Il Metodo Forsythe Tra Teoria e Pratica, <http://www.danzaeffebi.com/il-metodo-forsythe-tra-teoria-e-pratica/>, 27 Ottobre 2014.

RECENSIONI DI OPERE COREOGRAFICHE
 
Sciami coreografici e insetti sociali in scena al Teatro Nuovo, Gabriella Stazio fa danzare la teoria dello Swarm Intelligence, in Campadidanza Dance Magazine,  http://www.campadidanza.it/sciami-coreografici-e-insetti-sociali-in-scena-al-teatro-nuovo-gabriella-stazio-fa-danzare-la-teoria-dello-swarm-intelligence.html, 11 aprile 2018.
 
Un Aperilab per combattere un futuro “Teatro del Vuoto”, in Campadidanza Dance Magazine,  http://www.campadidanza.it/un-aperilab-per-combattere-un-futuro-teatro-del-vuoto.html, 11 luglio 2017.
 
Il Surrealismo di Jan Fabre incanta il Teatro Napoletano, in Campadidanza Dance Magazine,  http://www.campadidanza.it/il-surrealismo-di-jan-fabre-incanta-il-teatro-napoletano.html, 4 luglio 2017.
 
Belgian Rules/Belgium Rules, l'anteprima mondiale di Jan Fabre a Napoli, in Campadidanza Dance Magazine, http://www.campadidanza.it/belgian-rulesbelgium-rules-lanteprima-mondiale-di-jan-fabre.html, 1 luglio 2017.
 
Manca di variabilità espressiva l'Alice nel paese delle “Vecchievie”, in Campadidanza Dance Magazine, http://www.campadidanza.it/manca-di-variabilita-espressiva-la-alice-nel-paese-delle-vecchievie.html, 9 giugno 2017.
 
Ovo di Marco Auggiero: una riflessione sulla biologia della creazione, in Campadidanza Dance Magazine, http://www.campadidanza.it/ovo-di-marco-auggiero-una-riflessione-sulla-biologia-della-creazione.html, 13 maggio 2017
 
Two e Bolero, storia di un'utopica sincronia di Emio Greco e Pieter C. Scholten, in Campadidanza Dance Magazine, http://www.campadidanza.it/two-e-bolero-storia-di-unutopica-sincronia-di-emio-greco-e-pieter-c-scholten.html, 12 maggio 2017.
 
Aspettando Alice in Wonderland il Teatro di San Carlo fa un Flash Mob a Piazza Plebiscito, in Campadidanza Dance Magazine, http://www.campadidanza.it/aspettando-alice-in-the-wonderland-il-teatro-di-san-carlo-fa-un-flash-mob-a-piazza-del-plebiscito.html, 12 maggio 2017.
 
La poesia di “Yama” in cui Noa Wertheim esplora l'acqua incantando Napoli, http://www.campadidanza.it/la-poesia-di-yama-in-cui-noa-wertheim-esplora-lacqua-incantando-napoli.html, 12 aprile 2017.
 
L'immobilità drammatica della Metamorfosi di Malangone, in Campadidanza Dance Magazine, http://www.campadidanza.it/bordelinedanza-al-teatro-nuovo-di-napoli-una-metamorfosi-senza-trasformazione-drammatica.html, 25 marzo 2017.
 
The Forsythe Company In Act and Thought. Un’Ultima Performance per ricordare l’evoluzione di un pensiero-in-movimento, Danza News curato da Francesca Bernabini, 22 Giugno 2015.

INTERVISTE

 
Emanuela Tagliavia racconta Pulchra Minima, nuova rassegna di danza contemporanea a Milano, http://www.campadidanza.it/emanuela-tagliavia-racconta-pulchra-minima-nuova-rassegna-di-danza-contemporanea-a-milano.html, 12 maggio 2018.
 
Joseph Fontano presenta la sua nuova Accademia Europea di Danza: Un “polo” dove non ci sono limiti alla creatività, http://www.campadidanza.it/joseph-fontano-presenta-la-sua-nuova-accademia-europea-di-danza-un-polo-dove-non-verranno-posti-limiti-alla-creativita.html, 8 gennaio 2018.
 
Da William Forsythe a Jan Fabre: Tony Rizzi racconta la sua storia della danza, http://www.campadidanza.it/da-william-forsythe-a-jan-fabre-tony-rizzi-racconta-la-sua-storia-nella-danza.html, 19 dicembre 2017.

TRADUZIONI 

(dalla lingua inglese): William Forsythe, Oggetti coreografici, in Monda Letizia Gioia, Choreographic Bodies. L’esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsythe, Roma, Dino Audino Editore, 2016.
 
(dalla lingua inglese): Scott deLahunta, Motion Bank: un ambiente per la ricerca unico e interdisciplinare, in Monda Letizia Gioia, Choreographic Bodies. L’esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsythe, Roma, Dino Audino Editore, 2016.
 

CONFERENZE, SEMINARI  (non pubblicati)
 
Scritture di danza. Cinque ricerche in Italia, oggi, Dottorato di ricerca in Musica e Spettacolo, Dipartimento di Storia dell’Arte e dello Spettacolo, Sapienza Università di Roma, 15 maggio 2018.
 
Nuova coreologia. Quattro studi di danza, oggi, Dottorato in Arti visive, performative e mediali, Alma Mater Studiorum Univeristà di Bologna, 17 aprile 2018.
 
Lo score estetico: ricerca sulla pratica coreutica, in dialogo con i Proff. Edoardo Giovanni Carlotti e Alessandro Pontremoli, Università di Torino, 25 maggio 2017.
 
Con Freya Vass-Rhee (University of Kent), presentazione del volume Choreographic bodies. L'esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsyhte, Dino Audino Editore, Roma, 2016, LibrinDanza a cura di Natalia Gozzano e Marco Ariano, Accademia Nazionale di Danza, Roma, 12 aprile 2017.
 
Corpi sincronici coreografici. Un approccio metodologico interdisciplinare per studiare il movimento sincronico tra performer, in dialogo con le Proff. Rosa Angela Fabio (Psicologia generale) e Rossella Mazzaglia (Discipline dello Spettacolo), COSPECS, Università degli Studi di Messina, 23 novembre 2016.
 
“The Digital Dance Scores in Motion Bank Project by Forsythe”, Dance and Performance. An interdisciplinary postgraduate conference, School of Art and Design, Ma and Phd, De Montfort University (Leicester, UK), Dottorato di Musica e Spettacolo, La Sapienza Università di Roma, giornata di studi a cura di Ramsay Burt, Vito Di Bernardi e Aleksandra Jovicevic, La Sapienza, Università di Roma, 7 aprile 2016.
 
“Motion Bank e il processo di digitalizzazione del pensiero coreografico”, Tecnologie della Sensibilità: Estetica e Immaginazione Interattiva, Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo della Sapienza Università di Roma, giornata di studi a cura di Aleksandra Jovicevic, Sapienza Università di Roma, 14 maggio 2015.
“A New Choreogaphic Paradigm”, VIII World Congress IDEA, on Drama/Theatre and Education, Parigi 8-12 luglio 2013.
 
“The Subjectification of the Time in the Contemporary Choreography: The Choreographic Counterpoint”, PSi 19, Performance Studies international, Stanford University, 28 giugno 2013.
 
“Hamlet. La Tragedia di Shakespeare come partitura musicale nella performance Sider di William Forsythe”, La Sapienza Università di Roma, 18 e 19 novembre 2013.
 
Da Improvisation Technologies a Synchronous Objects a Motion Bank, La Sapienza Università di Roma, 12 dicembre 2012.
 
“Il Contrappunto Coreografico: tra Sguardo e Percezione”, Dialoghi tra Teatro e Neuroscienze, Dipartimento di Arti e Scienze dello Spettacolo, Sapienza Università di Roma, Roma, 11-13 aprile 2012.
 

PRODUZIONE COREOGRAFICA
 
Autrice e coreografa del progetto di ricerca coreografico: Metaphor – Studio #1 La voce della maschera prodotto in collaborazione con Movimento Danza-Organismo di Promozione della Danza e il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli – Classe di Musica d’Insieme e da Camera del M.° Eugenio Ottieri. Presentato come performance coreografica dal vivo durante la XVI edizione della rassegna di danza contemporanea Second Hand – Di Seconda Mano, presso la Galleria Toledo-Teatro Stabile d’Innovazione di Napoli, l'8 maggio 2017.
 
Direttore Artistico, coreografa e performer del progetto di ricerca coreografico: It is Metaphor, commissionato dal D.A.M.S. dell’Università di Roma Tre e presentato per mezzo di una performance coreografica dal vivopresso il Teatro Palladium di Roma, il 23 maggio 2015.
 

LETIZIA GIOIA MONDA